Oggi ve lo ripropongo in una versione non ancora matura ma direi quasi da “adolescente”. L’ho intitolato “Fragile “ispirato dalla tenue e delicata melodia della sezione centrale caratterizzata da zone di dolce e fluente contabilità, quasi come se ci fosse un desiderio di canto, ma di un canto malinconico e fragile intriso di un lirismo intimo, velato di delusione e ripiegamento che non vuole nascondersi bensì lentamente affiorare in superficie come un gracile fiorellino appena spuntato. E magari trarre spunto da questa immagine per fare una riflessione: in un’ epoca come quella in cui viviamo, infarcita di materialismo e narcisismo, in cui ogni insufficienza, debolezza o fragilità è bandita, comprendere che sono proprio le nostre fragilità che possono metterci in salvo contribuendo a renderci unici ed originali. Buon ascolto.

MI TROVI ANCHE QUI ?

Instagram: https://www.instagram.com/antoniopisacane67/

Facebook: https://www.facebook.com/AntonioPisacaneOfficial/

Spotify: https://open.spotify.com/artist/2LPpIg6YUj01wUNctYRKJS?si=06eR6we8QaaU46yrj5tCxw

Bandcamp: https://antoniopisacane.bandcamp.com/

close

Iscriviti alla mia mailing list se sei interessato alla mia attività di composizione e al mio blog o ti interessa la didattica per ottenere contenuti esclusivi direttamente nella tua mail