The Beatles

 

1.Yesterday

Yesterday is a song by the Beatles, composed mainly by Paul McCartney but credited to the Lennon/McCartney duo.

Released in 1965 on the album Help! (and subsequently included in the 45 rpm single Yesterday/Act Naturally.), according to the Guinness Book of Records it is the song that boasts the greatest number of covers, with more than 1,600 recorded versions. According to Broadcast Music Incorporated (BMI) during the twentieth century, it had approximately 7 million radio and television plays in the United States alone.

In 1997 he received the Grammy Hall of Fame Award.

In 1999, a vote conducted by the BBC’s second radio channel among listeners and experts awarded it the most beautiful song of the twentieth century.

In 2000, MTV and Rolling Stone magazine chose it as the #1 pop song of all time.

Yesterday  (Italiano-Italy)

Yesterday è una canzone dei Beatles, composta principalmente da Paul McCartney ma accreditata al duo Lennon/McCartney.

Pubblicato nel 1965 sull’album Help! (e successivamente incluso nel 45 giri Yesterday/Act Naturally.), secondo il Guinness dei primati è il brano che vanta il maggior numero di cover, con più di 1.600 versioni registrate. Secondo Broadcast Music Incorporated (BMI), nel corso del ventesimo secolo, ha avuto circa 7 milioni di spettacoli radiofonici e televisivi solo negli Stati Uniti.

Nel 1997 ha ricevuto il Grammy Hall of Fame Award.

Nel 1999 una votazione condotta dal secondo canale radio della BBC tra ascoltatori ed esperti l’ha premiata canzone più bella del ventesimo secolo.

Nel 2000, l’emittente televisiva MTV e la rivista Rolling Stone l’hanno scelta come canzone pop numero 1 di tutti i tempi

Ulteriori informazioni consulta articolo: Yesterday canzone dei Beatles

 

 

 

Music sheet

 

 

2. Let It Be

 

Let It Be è un brano musicale dei Beatles del 1970, composta da Paul McCartney anche se viene come da abitudine attribuita al duo Lennon-McCartney.

È la sesta traccia dell’omonimo album del 1970. Paul McCartney ha rivelato che l’ispirazione per la canzone gli venne da un sogno, nel quale aveva parlato con la madre Mary, morta di cancro nel 1956 quando lui aveva solo 14 anni. Nel sogno, la madre consigliava a Paul, preoccupato per le tensioni nel gruppo, di lasciare correre, to let it be, che tutto si sarebbe aggiustato.

 

 

 

 

Hey Jude

Iscriviti alla mia mailing list se sei interessato alla mia attività di composizione e al mio blog o ti interessa la didattica per ottenere contenuti esclusivi direttamente nella tua mail

Seleziona lista (o più di una):
Follow us on Social Media